La storia de La tana dei Cuccioli

Nato come opera di compensazione, il parchetto è stato all’inizio una bocciofila, ma la sua chiusura lo ha lasciato all’abbandono e all’incuria del tempo. Eppure i piccoli del quartiere entravano entusiasti alla scoperta di un ritaglio di verde nella distesa d’asfalto di questa zona della città. Si sa che i bambini giocano ovunque e con qualsiasi cosa e così le cure di genitori e nonne, amici e zie facevano dimenticare la struttura trasandata, i lampioni rotti, gli spazi degradati e il verde abbandonato.

Nel 2016, i singoli gesti quotidiani di chi si prendeva cura di quei bambini e li portava a giocare nel parchetto si sono tramutati in un’azione collettiva e così i genitori hanno iniziato a prendersi cura dello spazio per fare largo ai più piccoli.

Un luogo della città che è tornato a vivere del gioco dei bambini e delle bambine, trasformandosi in un punto di riferimento per gli abitanti della zona e diventando un luogo d’incontro, socialità intergenerazionale e sostegno reciproco. La sfida all’abbandono della città e all’incuria del verde si è trasformata nell’associazione L’Erbavoglio che ha adottato questo spazio per riqualificarlo e renderlo a misura di bambine e bambini.

Oggi è un’area verde completamente autogestita, destinata principalmente a bimbi in età pre-scolare, dove si svolgono attività dedicate all’infanzia, alla genitorialità, all’educazione nella natura e al gioco collettivo.

Il nostro parco

La Tana dei cuccioli è diventato un riferimento per i genitori del quartiere e un luogo d’incontro e socialità per piccoli e grandi. Educazione nel verde, sostegno alla genitorialità e riappropriazione degli spazi vivono ogni giorno in questo piccolo parco.

Parco comunale La Tana dei Cuccioli a Roma
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER